Da oggi esisteranno due modi di degustare il vino: uno è quello “classico”, tecnico, che segue una dettagliata scheda di degustazione che segue l’ordine di analisi visiva, olfattiva e degustativa; l’altro è quello ideato da Sommelier Coach che esalta la soggettività e l’immaginazione.

Ecco che abbiamo la “ Scheda di Degustazione Emozionale ” ideata da Sommelier Coach, il primo programma al mondo che abbina il mondo del vino a quello della crescita personale.

Un vero e proprio “metodo” ideato dai due founder del progetto Enrico Mazza e Gennaro Buono, che spiegano durante l’evento di apertura che si è svolto per la 2a edizione di Sommelier Coach Live 2021, il 10, 11, 12 settembre a San Marino: «Sono quindi lemozione, la sensorialità e la centralità della persona a caratterizzare il percorso formativo di Sommelier Coachche ha fatto dellinnovazione e spirito visionario – uniti ad un pizzico di follia – il fattore differenziale e vincente di tutto il programma».

Enrico Mazza e Gennaro Buono

E continuano: «Il metodo che proponiamo si fonda su anni di studio e approfondimento del settore e delle esigenze di chi lo conosce, ma soprattutto di chi si approccia al tema per la prima volta e ha bisogno di capirlo e viverlo in maniera più semplice e comprensibile».

Perché emozionale?

Perché cambiano le regole che hanno definito finora l’analisi degustativa tradizionale, più accademica e legata all’oggettività, in favore di un “racconto del vino” non solo per gli “addetti ai lavori” ma più semplice, familiare, che non annoia: perché l’obiettivo di un buon degustatore è farsi capire, emozionare le persone e renderle libere dai condizionamenti. 

Mentre le tradizionali schede di degustazione si compongono delle classiche informazioni legate alla tipologia del vino e ai canonici esami visivi, olfattivi, gustativi, la scheda di degustazione emozionale del metodo Sommelier Coach propone di rispondere ad altre domande: il colore del vino cosa ti ricorda? Il suo profumo a quale momento o luogo della tua vita ti riporta? Nel suo gusto quale emozione percepisci? Che feeling senti di avere con un bianco o con un rosso? Dove ti immagini mentre lo bevi: in riva al mare al tramonto, o in baita davanti a un camino acceso? A quale musica, brano o artista lo abbineresti?

Gennaro Buono, servizio del vino

Quindi la degustazione emozionale non si basa solo sui sensi, come quella “oggettiva”, ma attraverso l’uso di questi, si scava dentro l’Io e attraverso un determinato percorso si costruisce una crescita personale.

È così che un calice di Greco di Tufo può riportare alla mente un piatto di fritto misto o un risotto agli agrumi mangiati in un ristorantino in riva al mare, cullati dal rumore delle onde al tramonto; un Nebbiolo può richiamare le immagini di un piatto di pizzoccheri in compagnia, o uno spezzatino di cervo in una baita in montagna e così via.

Gennaro Esposito

Sommelier Coach Live

Tre giorni di full immersion, quasi 200 partecipanti, oltre 30 ore in aula tra approfondimenti, incontri divertenti ed emozionanti ma anche momenti di spettacolo e meditazione, i nomi più illustri nel mondo dell’enogastronomia (dallo chef stellato Gennaro Esposito a Luigi Cremona, uno dei critici più stimati e temuti d’Italia), le cantine più promettenti d’Italia, senza dimenticare i preziosi momenti dedicati alla formazione, leadership e crescita personale declinati però in versione “rock’n’roll” sulle note di Depeche Mode, Metallica, Jon Bon Jovi. 

Sommelier Coach

Sommelier Coach è il primo programma al mondo che abbina la formazione sul vino alla crescita personale, ideato e realizzato da Enrico Mazza – Sommelier ed esperto di Champagne a livello internazionale, Chevalier du Champagne, Maître Sabreur, stilista di moda e profondo conoscitore del mondo del lusso in tutte le sue sfaccettature – e Gennaro Buono – Sommelier professionista, Campione Italiano nel 2012 e tra i primi 30 migliori Sommelier del mondo; consulente per diverse attività alberghiere di lusso e per ristoranti stellati, coach e trainer nel mondo del vino.

23 paesi nel mondo, 1 libro bestseller, 5 programmi formativi, 120 video sessioni formative, 1 campus accademico, 3 attestati internazionali: questi i numeri di Sommelier Coach, un programma di studio altamente professionale, pensato e creato per chi non è un professionista o non ha mai approfondito prima d’ora questo argomento.

Cerimonia diplomi Campus Sommelier Coach

Un programma che vede la sua massima espressione nel SENSORY CAMPUS: un percorso accademico sviluppato per chi vuole diventare un Sommelier Coach Senior Professionista, capace, credibile e autorevole. Il Campus, che ha la durata di 2 anni, è strutturato con lezioni online ed Experience in alcuni dei luoghi culto per il mondo del vino: Champagne, Langhe, Valpolicella, Val d’Orcia, Costiera Amalfitana.

Tra i docenti ci sono eccellenze di assoluto valore, ed è un campus unisce la Formazione sul vino alla Crescita Personale, trattando materie come Comunicazione, PNL, Marketing Leadership, Raggiungimento degli Obiettivi, Autostima. (a.ro)