Home News Soave: la vendemmia porta una pioggia di premi

Soave: la vendemmia porta una pioggia di premi

0
12

Stagione ricca di soddisfazioni per il Soave che, nel cuore di una vendemmia che promette un’eccellente qualità,  vede crescere i propri  riconoscimenti nelle guide italiane di settore

Giungono nel pieno di una vendemmia carica di aspettative i risultati delle più autorevoli guide di settore ed è una vera e propria pioggia di premi per il Soave.

Da evidenziare gli ottimi risultati raggiunti da molti cru dell’annata 2011, a dimostrazione che il Soave di oggi è un vino bianco che raggiunge l’apice della propria finezza ed eleganza dopo almeno un anno e mezzo, oltre a poter invecchiare in modo egregio per 5-10 anni.

 

Ottimi i risultati per la Guida Gambero Rosso Vini d’Italia 2014 che quest’anno attribuisce i “Tre bicchieri” a otto aziende del Soave:

Cà Rugate – Soave doc classico “Monte Alto” 2011

I Campi – Soave doc classico “Campo Vulcano” 2012

I Stefanini – Soave doc classico “Monte de Toni” 2012

Pieropan – Soave doc classico “La Rocca” 2011

Graziano Prà – Soave doc classico “Staforte” 2011

Suavia – Soave doc classico “Monte Carbonare” 2011

Tamellini – Soave doc classico “Le Bine de Costiola” 2011

Vicentini Agostino – Soave Superiore DOCG “Il Casale” 2012

 

Sono tre le aziende che si aggiudicano il massimo riconoscimento – le cinque bottiglie – della Guida de L’Espresso Vini d’Italia 2014, e rispettivamente:

Soave DOC classico “Monte Sella” 2011 – Le Mandolare

Soave DOC classico “Le Bine de Costiola” 2011 – Tamellini

Soave DOC classico “Contrada Salvarenza” 2011 – Gini

 

Sono invece tre i Soave che rientrano nel novero dei Grandi Vini di Slow Wine, la guida edita da Slow Food, e rispettivamente:

 

Soave doc classico “Monte Carbonare” 2011 – Suavia

Soave doc classico “Monte Alto” 2011 – Cà Rugate

Soave doc classico “La Rocca” 2011 – Pieropan

Sempre all’interno della Guida Slow Wine sono stati insigniti del titolo di:

 

Vini Slow, cioè quei vini che oltre alla qualità presentano anche i caratteri legati al territorio:

Soave doc “I Tarai” 2011 – Corte Moschina

Soave doc classico “Contrada Salvarenza” 2011 – Gini

Soave doc classico ”Staforte” 2011 – Prà Graziano

Soave doc classico ”Monte Grande” 2012 – Prà Graziano

Vino quotidiano, cioè quei vini che presentano un eccezionale rapporto qualità-prezzo:

 

Soave doc “Vigna della Corte” 2011 – Corte Adami

Soave doc classico ”Le Battistelle” 2011 – Le Battistelle

Soave doc classico ”Montetondo” 2012 – Montetondo

Soave doc classico 2012 – Suavia

 

La guida Vini Buoni d’Italia 2014 edita dal Touring Club premia invece quattro Soave:

 

Recioto di Soave DOCG classico “Cortepittora” 2007 – Cantina del Castello

Soave doc classico “Contrada Salvarenza” 2011 – Gini Sandro e Claudio

Soave doc classico “Le bine de Costiola” 2011 – Tamellini

Soave doc classico “Monte Fiorentine” 2012 – Ca’ Rugate

Soave doc classico “Vigna Turbian” 2012 – Nardello Daniele

Soave Superiore DOCG classico “Monte di Fice” 2012 – I Stefanini

Soave Superiore DOCG “Il Casale” 2012 – Vicentini Agostino