I vini dop trainano il successo dell’enologia toscana nel mondo: +9.6% sul 2011. Mai così bene sui mercati esteri: superato del 6.8% il record storico del 2011

L’enologia toscana si avvicina alla terza edizione del Buy Wine (14-15 febbraio), primo appuntamento dell’anno con i mercati esteri, e lo fa con il miglior biglietto da visita possibile. Le esportazioni di vino toscano nel mondo sono, infatti, aumentate, nei primi 9 mesi del 2012, del 6.8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, attestandosi sui 491 milioni di euro.

 

Un risultato importantissimo visto che arriva dopo un 2011 che si era chiuso con il miglior risultato di sempre per il commercio estero delle etichette toscane: un +12.2% in valore rispetto al 2010 che portava l’export toscano a quota 659 milioni di euro. Considerando, inoltre, che le esportazioni dell’ultimo trimestre pesano, normalmente, per il 30-31% sull’totale dell’export annuale, salvo sorprese dell’ultimo minuto, il commercio estero del vino toscano potrebbe superare, per la prima volta nella storia, quota 700 milioni di euro.

 

Con il 15% delle esportazioni nazionali, la Toscana si conferma così al terzo posto in Italia dopo Veneto e Piemonte. Si accorciano, peraltro, le distanze con la seconda regione in classifica, il Piemonte, il cui export da gennaio a settembre 2012 è cresciuto solo dell’0.5%.

 

Il successo dell’enologia toscana nel mondo è trainato, in primo luogo, dai vini DOP (Rossi e Bianchi) che rappresentano il 72% dell’export regionale di vini in valore e che nei primi 10 mesi del 2012 (gennaio-ottobre) hanno fatto registrare un incremento nelle esportazioni del 9.6% attestandosi ampiamente sopra quota 406milioni di euro. Aree mercato principali di sbocco per il vino toscano: Europa (188.7 milioni di euro) e America (180.9 milioni) con incrementi, rispettivamente, del +2.1% e del 14.2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 

E’ con questi numeri che la Toscana si appresta ad incontrare, dal 14 al 15 febbraio, i 211 operatori internazionali che prenderanno parte al Buy Wine, workshop internazionale organizzato da Toscana Promozione che da tre anni inaugura le attività di promozione economica internazionale del settore vitivinicolo toscano. Il workshop, tradizionalmente alla Stazione Leopolda, si terrà, quest’anno, alla Fortezza da Basso.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Amarone in anteprima
Articolo successivoAmarone in Villa
Tutte le news dal mondo del vino, le nostre degustazioni, i ristoranti più famosi, food, enoturismo, eventi, fiere e molto altro