Home News Casalfarneto, Il Cimaio è medaglia d’argento alla Selezione Internazionale Dei Vini da...

Casalfarneto, Il Cimaio è medaglia d’argento alla Selezione Internazionale Dei Vini da Pesce

0
16

Prestigioso riconoscimento per la cantina del Gruppo Togni alla seconda edizione del concorso organizzato dall’Istituto marchigiano di tutela dei vini.

CasalFarneto, cantina del Gruppo Togni, si è distinta con il suo Cimaio alla seconda edizione della Selezione internazionale dei vini da pesce, il prestigioso concorso dedicato ai vini bianchi, rosati e spumanti organizzato dall’Istituto marchigiano di tutela dei vini.

Le premiazioni si sono svolte alla Loggia dei Mercanti di Ancona sabato 22 giugno, e al vino Marche Igt bianco Cimaio 2009 della cantina di Serra de’ Conti (An) è andata la medaglia d’argento. A premiare, il giornalista Fabrizio Gatta, conduttore di Linea Verde e Linea Blu.

Un riconoscimento importante, tenuto anche conto che alla gara partecipavano 565 etichette provenienti da 259 aziende, ed in rappresentanza di ben 9 nazioni.

 

Dai dolci sentori di vaniglia, mele, mandorla e miele con sfumature speziate, il Cimaio è un vino ottenuto da uve di Verdicchio in purezza e dal sapore persistente, con struttura avvolgente, morbido e caldo. E con una particolarità tutta sua: le uve vengono vendemmiate a fine novembre in avanzato stato di maturazione, quando vengono attaccate e ricoperte da muffe nobili, caratteristica che conferisce quelle peculiari note minerali, amarognole ma rotonde e sapide. Lungo e meticoloso il procedimento di vinificazione: la fermentazione del mosto avviene in barili di legno nobile tostato e il prodotto ottenuto viene fatto affinare in cantina per lungo tempo, immettendolo in commercio solo dopo 24-30 mesi dalla vendemmia.

 

La Selezione internazionale dei vini da pesce ha conferito inoltre alla cantina CasalFarneto il diploma di merito per il vino Castelli di Jesi Verdicchio riserva docg classico Crisio 2010. I diplomi di merito sono stati consegnati ai vini che hanno raggiunto o superato il punteggio minimo di 80 centesimi, secondo il metodo di valutazione Union Internazionale des Oenologues.