Home Gastroviaggiando Premio piazza de’ Chavoli

Premio piazza de’ Chavoli

0
18

Giovedì 6 settembre 2012, a Pisa, nel magnifico “Salone delle Udienze” del prestigioso “Palazzo del Consiglio dei XII” dei Cavalieri di S. Stefano, si è svolta la Dodicesima Edizione del Premio Internazionale Enogastronomico “Piazza de’Chavoli”. I “Cavalieri di S. Stefano”, Sacro e Militare Ordine Cavalleresco è stato creato nel 1561 da Cosimo I De’ Medici (1519-1574) primo Gran Duca di Toscana, il loro organo decisionale era “Il Consiglio dei XII” e aveva sede nell’omonimo storico palazzo ubicato in una dei luoghi più belli di Pisa, già antico centro politico della città, Piazza dei Cavalieri.

Nel Salone delle Udienze, del “Palazzo del Consiglio dei XII”, le pareti sono affrescate con bellissimi dipinti di Pietro Paolo Lippi e Antonio Giusti realizzati tra il 1681 e il 1683; al centro del soffitto domina un meraviglioso “Trionfo di Santo Stefano”, opera, del 1692, di Giovanni Camillo Gabrielli.

Dalle grandi finestre del salone si gode di una straordinaria vista di Piazza dei Cavalieri (anticamente denominata “Piazza delle Sette Vie”) con il Palazzo della Carovana (un tempo quartier generale dell’Ordine Cavalleresco oggi sede della Scuola Normale Superiore), la Chiesa dei Cavalieri, il Palazzo dell’Orologio con la Torre della Muda (detta anche della Fame essendo stata la prigione del Conte Ugolino della Gherardesca) e il Collegio Puteano (un collegio universitario “ante litteram”).

In questo straordinario contesto si è svolta l’Edizione 2012 del Premio “Piazza de’Chavoli”. Il Premio nasce dall’impegno dell’Associazione Cuochi Pisani, con il suo Presidente, Pierluigi Pampana, insieme al Coordinatore del Premio stesso, Gr. Uff. Umberto Moschini, e della Servair Air Chef di Milano, Azienda leader nei Servizi di Catering e Ristoro Aeroportuale, con una copertura di ben 23 tra i più importanti aeroporti Italiani, proprietaria, anche, delle famose Pasticcerie Salza. La manifestazione ha avuto il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi, dell’Unione Regionale Cuochi Toscani, dell’Associazione Cuochi Pisani, della Regione Toscana, del Comune, della Provincia, della Camera di Commercio e dell’ A.S.C.O.M., di Pisa, della Società S.A.T. dell’Aeroporto Pisano Galileo Galilei: tutti impegnati nella valorizzazione, nella tutela e nella promozione dell’Enogastronomia di qualità.

Merito della perfetta organizzazione va alla società Archimedia Communication di Pisa, che, come per le precedenti edizioni, ha ben gestito l’evento. Dopo un’interessante introduzione del presidente Pierluigi Pampana e del coordinatore Umberto Moschini, il Dr. Marco Barabotti, conosciutissimo giornalista, ha declamato le motivazioni dei premi e, in ordine, i vincitori che, di volta in volta e per le sei categorie, hanno ritirato i diplomi (con le preziose e artistiche incisioni, ad acquaforte e acquatinta, della storica “Piazza de’Chavoli” di Pisa, eseguite, in tiratura limitatissima, dal maestro Enrico Fornaini), poi agli altri premiati, i vari attestati, targhe, medaglioni.

Tutti i Premi sono stati consegnati da autorevoli rappresentanti delle istituzioni, civili, militari e associative. Categoria Cuoco: Alessandro Circiello, Presidente della Federazione Italiana Cuochi della Regione Lazio, chef esperto anche di comunicazione (avendo curato per anni rubriche gastronomiche sulle reti Rai e Channel Sky), membro della Commissione Nutrizione del Ministero della Salute, docente all’Università Luiss Business School per i Master in Restaurant Menagement. Categoria Ristoratore: Gaetano e Giovanni Trovato, rispettivamente chef e sommelier professionista A.I.S, titolari del super famoso Ristorante – Relais & Chateaux “Arnolfo “ (due stelle Michelin) a Colle di Val d’Elsa in Provincia di Siena. Da 30 anni, nel loro bellissimo Locale, esprimono il sublime sapore dell’eccellenza.

Ha ritirato il Premio Giovanni Trovato. Categoria Viticultore: Massimo Piccin, classe 1968, ingegnere, straordinario appassionato di vini di qualità, dal 1999 titolare, a Bolgheri (LI), del Podere Sapaio, 25 ettari dove produce, dal 2004, due vini rossi di grande livello. Categoria Storico Enogastronomico: Paolo Petroni, scrittore e giornalista pubblicista fiorentino, famoso per i sui libri di cultura gastronomica, Presidente del Centro Studi “Franco Marenghi” prezioso osservatorio dell’Accademia Italiana della Cucina. Categoria Giornalista: Fiammetta Fadda, Rotariana laureata in lettere antiche, esperta di alta gastronomia, direttrice di testate specializzate, consulente in molte trasmissioni televisive di settore per La 7, penna di spicco del settimanale Panorama dove cura la rubrica gastronomica, è stata insignita del prestigioso titolo di “Dame Chevalier de l’Ordre de Coteaux de Champagne” una delle Istituzioni più famose di valorizzazione dello Champagne.

Fiammetta Fadda, impegnata in registrazioni televisive a Roma, ha incaricato l’Ing. Franco Milli, Delegato di Pisa dell’Accademia Italiana della Cucina, di ritirare il premio a suo nome. Categoria Personaggio : Nicola Masiello, impegnato ristoratore, dal 1983 titolare del ristorante “Betulia” a Bettolle (SI), Sommelier F.I.S.A.R. e Presidente della Stessa Associazione, Maestro Assaggiatore O.N.A.V. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini), membro della Federazione Italiana Cuochi, docente di corsi per la formazione professionale, membro nei direttivi di diverse associazioni di settore. Con il Diploma di “Ambasciatori della Cucina Pisana e Toscana” sono stati premiati Annamaria Tossani, conduttrice televisiva di rubriche enogastronomiche, la chef Patrizia Vaglini e il Dott. Renzo Bartoli. Premio “Gaetano Capecchi” allo chef Antonio Perin. Premio Speciale “Piazza de’Chavoli” all’Azienda Agricola “Poggio Sette Venti” di Terricciola (PI), ritirato da uno dei titolari, Leonardo Rossi, e consegnato in segno augurale da Massimo Piccin. All’Azienda è stata anche data la “Medaglia dell’A.V.I.S. di Pisa (Associazione Volontari Italiani Sangue) con la motivazione “Connubio Vino-Sangue”.

I vari premi sono stati consegnati ai vincitori dal Sindaco di Pisa On. Marco Filippeschi, dal Presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni, dal Questore di Pisa Dott. Gianfranco Bernabei, dal Vicesindaco di Pisa Paolo Ghezzi, dal Presidente della Federazione Italiana Cuochi Paolo Caldana, dal Presidente dell’Associazione Cuochi Pisani e Presidente del Premio stesso Pierluigi Pampana, da Umberto Ascani Presidente dell’Istituzione Cavalieri di santo Stefano, dal Dott. Giuseppe Figlini Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Pisa e da Nicola Citarella Direttore Generale della Società Servair AirChef.

Dopo i saluti delle autorità, il Coordinatore del Premio Gr. Uff. Umberto Moschini, ha dato a tutti l’appuntamento all’anno prossimo per la Tredicesima Edizione, e la premiazione si è conclusa tra gli applausi del folto e attento pubblico convenuto. Successivamente i numerosi ospiti hanno potuto fare un brindisi e degustare dei buonissimi stuzzichini presso il nuovo e accogliente Cafè Pasticceria “I Miracoli” , aperto il primo maggio 2012, situato al piano terra dell’omonimo “Relais” in via Santa Maria Angolo Piazza del Duomo a Pisa. Alle ore 21.00, la Cena di Gala in onore dei premiati.

Nel prestigioso e splendido Chiostro all’interno del Museo dell’Opera Primaziale del Duomo di Pisa, da cui si gode una vista unica di Piazza dei Miracoli e della meravigliosa Torre Pendente, dal 1987, la magnifica Piazza è stata riconosciuta come “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”, si è svolta la cena, preparata dal “Montecarlo Catering” , per centoventi invitati.

Un buffet al piano terra ha accolto gli ospiti, per poi proseguire, nello splendore del panoramico Colonnato Superiore, con la cena al tavolo. I vini serviti : “Poggio Sette Venti” Bianco Toscana I.G.T. (40% Malvasia, 40% Trebbiano, 20% Vermentino) dell’Azienda Poggio Sette Venti di Terricciola (PI) e “Sapaio 2007” Bolgheri Rosso D.O.C. Superiore (50% Cabernet Sauvignon, “20% Merlot, 15% Cabernet Franc, 15% Petit Verdot) del Podere Sapaio di Castagneto Carducci (LI). Durante la cena il coordinatore Umberto Moschini ha premiato lo Staff dei Sommelier F.I.S.A.R. della Delegazione di Pisa-Litorale composta da: Piero Ristori, Gerardo Lena, Umberto Chiericoni, Cinzia Agostini, Roberto Menichetti.

La serata è proseguita sino a tarda notte degustando alcune ghiottonerie come: -“Arancino”, l’Infuso di Arance dell’Antica Grapperia Morelli (nata nel 1911), liquore dolce vincitore della medaglia d’oro 2012 al Concorso Mondiale “Spirits Award” di Bruxelles, in Belgio; – Cioccolatini Kristal del super premiato maestro cioccolataio Stefano Fantozzi; – Il grande dolce “Piazza de’Chavoli” della pasticceria Salza di Pisa. In un atmosfera conviviale e suggestiva è terminata così la Dodicesima Edizione del Premio Enogastronomico Internazionale “Piazza de’ Chavoli 2012”, un evento che dà a Pisa e all’enogastronomia Italiana un indiscutibile lustro.

Giorgio Dracopulos

www.premiopiazzadechavoli.it

www.airchef.it

www.alessandrocirciello.com

www.arnolfo.com

www.sapaio.it

www.archimediapisa.it

www.relaisimiracoli.it

www.liquorimorelli.it