«Con questo libro accompagno tutti voi in un viaggio alla scoperta della cultura dello straordinario e stupefacente “oro liquido”»

La parola “pago” in Spagnolo deriva dal termine Latino “pagus” e si attribuisce, da secoli, ad un particolare e delimitato territorio che abbia delle caratteristiche con specifiche peculiarità e un microclima che lo differenziano dal circondario.

“Pago” viene più precisamente dato a un terreno fertile adatto alla coltivazione della vite e dell’olivo e deve rimanere legato a una estensione piuttosto limitata per poter mantenere livelli molto alti di qualità produttiva. Il “Pago” poi è un’entità autonoma, dove tutti i frutti delle coltivazioni  vengono elaborati in Casa, pertanto se si produce Vino, ha la sua Cantina, se si produce olio ha il suo Frantoio.

In Spagna, nella Comunità Autonoma Castilla-La Mancha, nella Provincia di Toledo (Storica e monumentale Città, famosa nel Mondo) c’è il piccolo Comune (meno di 2.000 abitanti) di Malpica de Tajo.

Proprio nel territorio di Malpica de Tajo, che si estende nella pianura a sinistra del Fiume Tago (il più lungo della Penisola Iberica, 1008 km.), c’è il “Pago de Familia Marqués de Griñón”.

Questo “Pago” venne concesso, per meriti, nel lontanissimo 1292, dal Re di Castiglia Sancho IV, agli antenati della Famiglia Falcó, gli attuali proprietari.

Un’Azienda più che storica quindi il “Pago de Familia Marqués de Griñón”, oggi guidata con molta esperienza e saggezza dal suo super attivo ed energico Presidente Carlos Falcó y Fernández de Córdoba, Marchese di Griñón (nato a Siviglia nel 1937, XII° Marchese di Castel-Moncayo e V° Marchese di Griñón), egregiamente supportato da una delle sue bellissime figlie, con funzione di Direttore Generale, Xandra Falcó.

L’Azienda non possiede soltanto i terreni di Malpica de Tajo, denominati “Dominio de Valdepusa” ma ha anche un’altra proprietà vitivinicola che si chiama “El Rincón” ed è ubicata a 54 km. a sud ovest della Capitale Madrid.

Un’Azienda storica che produce Vini di pregio e ottimo Olio Extra Vergine di Oliva (Aceite  de Oliva Virgen Extra) da varie Cultivar. Azienda storica ma, nello stesso tempo, molto moderna, considerando le tecnologie aggiornatissime messe appunto nella loro produzione, come il nuovo super Frantoio, di costruzione Italiana, che frange le olive provenienti da più di 100 ettari di oliveti in proprietà.

La produzione sia di Olio che di vino del “Pago de Familia Marqués de Griñón”, in alcune delle sue tipologie prodotte, è considerata tra le migliori del Mondo e riceve ogni anno moltissimi riconoscimenti nei principali concorsi Internazionali.

Carlos è un bravo Agronomo (in Spagnolo “Ingeniero Agrónomo”) che ha introdotto, nei suoi metodi e tecniche di coltivazione, molte idee nuove di grande successo.

Con questa grande esperienza di conoscenze secolari di Famiglia, Carlos Falcó si è dedicato spesso, e con successo a scrivere di Vino e di Olio.

Per esempio, il suo Libro “Entender de Vino”, pubblicato nel 1999, ha avuto una tale risonanza sia nazionale che Internazionale (siamo alla Tredicesima Edizione) che è diventato una lettura fondamentale per tutti gli appassionati.

Il suo ultimo Libro, “Il Grande Libro dell’Olio d’Oliva – Una Storia Millenaria”, tradotto come i precedenti in molte lingue, è arrivato anche in Italia, con la traduzione di Rodriguez Bradford, pubblicato da Mondadori.

L’Olio, in particolar modo quello di altissima qualità, è, da molti anni, un grande amore per il Marchese di Griñón.

Tutto quest’amore si sente, leggendo il suo Libro, nelle sue stesse parole:

“La storia dei paesi del Mediterraneo, favoriti da un clima mite e fecondo, è stata segnata dalla produzione dell’Olio d’Oliva, tanto che diverse città sono nate e si sono sviluppate proprio grazie al commercio di questo antichissimo e pregiato prodotto della civiltà umana. Così, quando si parla di Cultura Mediterranea, si parla anche di cultura dell’Olio: una cultura radicata e condivisa da diversi popoli, per i quali l’olivo è sempre stato oggetto di cure amorevoli e simbolo di valori preziosi”.

Carlos Falcò, continua dicendo: “Con questo Libro accompagno, tutti Voi, in un viaggio alla scoperta della cultura di quello straordinario e stupefacente “oro liquido”, partendo dalle prime testimonianze scritte sulla coltivazione dell’olivo, risalenti al III millennio a.C., per arrivare ai giorni nostri. E quello che Vi voglio trasmettere  è un quadro esauriente relativo a un mondo particolare che potremmo definire “universo olio”.  Un Mondo capace di soddisfare ogni curiosità: dalle sue origini alle diverse tecniche produttive, dalle varietà esistenti alle loro numerose proprietà e applicazioni, in gastronomia, nella cosmesi, come fonte d’illuminazione, dal significato del termine “extravergine” ai modi per riconoscere un Olio di qualità superiore”.

Carlos Falcò, nello stesso modo in cui, appassionatamente, ci racconta questa avvincente e dettagliata storia, denuncia anche le gravi frodi e sofisticazioni che animano la produzione e il commercio dell’Olio dando, a chi lo legge, fondamentali strumenti per orientarsi in un consumo consapevole.

Il Marchese di Griñón, giustamente, si batte per dare all’Olio Extra Vergine di Oliva di qualità lo  stesso prestigio che hanno i grandi Vini.

Molto interessante “Il Grande Libro dell’Olio d’Oliva – Una Storia Millenaria” di Carlos Falcó y Fernández de Córdoba, Marchese di Griñón, che si deve assolutamente leggere se si ama l’Olio Extra Vergine di Oliva di qualità.

Giorgio Dracopulos


http://www.pagosdefamilia.es/