Home Gastroviaggiando Aceto Balsamico Tradizionale di Modena: un patrimonio italiano

Aceto Balsamico Tradizionale di Modena: un patrimonio italiano

0
14

Un ristretto numero di poco più di cento Produttori, tutti associati nel Consorzio, sono oggi i custodi dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, un tesoro tutto italiano ed un immenso patrimonio per la cultura gastronomica mondiale

Una produzione di poche migliaia di barili censiti uno ad uno, da cui si ricava una produzione di circa settantamila confezioni, tutte singolarmente certificate, ottenute attraverso la procedura tradizionale in tre fasi : la raccolta dell’uva, la pigiatura e la cottura del mosto, l’invecchiamento.

Questo metodo unito all’abilità dell’uomo e ai piccoli segreti tramandati oralmente dalla tradizione sono i fondamenti di questo straordinario prodotto che viene invecchiato dai dodici fino ai venticinque anni, oltre i quali prende la dicitura “Extra Vecchio“. Il metodo della tipica acetaia modenese, trova collocazione nei sottotetti delle case, avendo bisogno di grandi calori estivi per concentrare e maturare il prezioso “Balsamico“; cinque botticelle, la prima di 60 litri in rovere, la seconda di castagno da 50 litri, la terza di ciliegio da 40, la quarta di frassino da 30, la quinta di gelso da 20 litri, formano la tipica batteria modenese dove a forza di “Travasi” e “Rincalzi” avviene il miracolo della nascita di questa meraviglia.

L’uso dell’aceto era conosciuto fin dalle più antiche civiltà e molte sono le testimonianze letterarie: da Virgilio che nelle Georgiche già descriveva la consuetudine di cuocere il mosto, ad Apicio che documentava il mosto cotto come condimento dei cibi, fino all’epoca dei Duchi d’Este, signori di Ferrara e Modena che ne decretarono il successo. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena ha avuto il 17 Aprile del 2000, dall’Unione Europea, a riconoscimento della sua alta qualità, la D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) che garantisce per il futuro una lunga vita di successi a questo straordinario tesoro italiano.

Giorgio Dracopulos

 

Consorzio tra i Produttori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

Via Ganaceto, 134 – Modena

Tel 059 395633 Fax 059 444510

info@balsamico.it

http://www.balsamico.it/