Home Gastroviaggiando Ristorante “La Baracchina” a Castiglioncello la passione per la cucina

Ristorante “La Baracchina” a Castiglioncello la passione per la cucina

0
6

Dal 1946 la passione della Famiglia Panicucci per la buona cucina: Ristorante “La Baracchina” a Castiglioncello (Livorno).

Il Cantautore e Poeta Statunitense James  Douglas Morrison (1943-1971), da tutti conosciuto come Jim Morrison, ha scritto: “Sii sempre come il mare che infrangendosi contro gli scogli, trova sempre la forza per riprovarci”.

Si definisce “scoglio” una porzione di roccia che emerge dalle acque del mare. Gli scogli e il mare con la loro indiscutibile attrattiva hanno da sempre arricchito la fantasia e la vita di tutti.

Ristorante La Baracchina, Castiglioncello (LI). Alessio Panicucci e Giorgio Dracopulos. Foto di Giorgio Dracopulos

A Castiglioncello, nota e accogliente Località Marina, una Frazione nel Comune di Rosignano Marittimo, in Provincia di Livorno, situata in una posizione geografica straordinariamente bella e suggestiva, nell’ambito panoramico territoriale della magnifica Costa Toscana, c’è un Ristorante che ha proprio la prerogativa e tutto il fascino di essere costruito su alcuni scogli: “La Baracchina”.

La storia

Il Paese di Castiglioncello ha un’antica e lunga storia che parte probabilmente da un piccolo insediamento di pescatori Etruschi e poi attraverso l’epoca Romana, dove era già conosciuta come “ricercata Località turistica”, fino ad arrivare al primo Medioevo, quando si chiamava ancora Castiglione Mondiglio.

Successivamente fu anche un presidio militare, con il completamento, nel 1570, della Torre di Avvistamento, voluta dal Granduca di Toscana Cosimo I dei Medici, come difesa dalle incursioni dei pirati. Dalla metà dell’Ottocento in poi, Castiglioncello, ha preso la sua specifica caratteristica di famosa, accogliente e apprezzata meta turistico-balneare immersa nel verde della pineta.

Ma torniamo al Ristorante “La Baracchina” che è ubicato al Civico 9 del Lungomare Alberto Sordi.

Nel 1946 Piero Panicucci, insieme alla sorella Olga e alla consorte Rela, decisero di riempire, con le loro mani, lo spazio tra alcuni scogli, a pochissimi metri da “Punta Righini” (una delle posizioni più belle di Castiglioncello), por poter creare una piazzola su cui edificare una “baracchina” per il ristoro dei villeggianti. Inizialmente solo con alcuni ombrelloni ma, poi, anche con qualche genere di conforto “agroalimentare” che arricchisse il “solarium”.

In quell’epoca non esisteva ancora la bella passeggiata che attualmente costeggia il Lungomare e che prende il nome proprio da Alberto Sordi, uno dei moltissimi personaggi famosi del mondo internazionale dello spettacolo e della cultura che, negli anni 50, 60 e 70, fecero di Castiglioncello la loro meta più ambita.

Nomi indimenticabili come Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Bice Valori, Paolo Panelli, Luchino Visconti, Vasco Pratolini, Mario Monicelli, Renzo Montagnani, Franco Zeffirelli, solo per citarne alcuni ma la lista sarebbe infinita, che, con tutto il loro entourage al seguito, vivevano a Castiglioncello i loro momenti di relax e non solo.

Infatti proprio Castiglioncello, e dintorni, fu anche il set di film super famosi che hanno fatto storia nel mondo del Cinema come “Il Sorpasso”.

Una clientela così straordinaria non poteva che essere accontentata, ed ecco che Olga Panicucci, da sempre una grande cuoca, ha iniziato a preparare, a “La Baracchina”, i piatti della tradizione con materie prime freschissime e di qualità, assistita da tutta la Famiglia. Da subito è un grande successo e “La Baracchina” è diventata un punto di riferimento per tutti coloro che volevano mangiare bene.

Ristorante La Baracchina, Castiglioncello (LI). La Sala. Foto di Marco Provinciali

Trascorrono i decenni e “La Baracchina” si trasforma adattandosi ai tempi, fino ad arrivare a una data importante per la nostra storia, il 28 Novembre 1977, quando a Livorno nasce Alessio Panicucci, l’attuale “patron”.

Alessio è il nipote dei fondatori del Locale, anche se da sempre aveva aiutato nell’attività di Famiglia mai, fino all’età di 18 anni, aveva preso in considerazione la conduzione del Locale stesso. Il suo Babbo era Geometra e aveva una impresa di costruzioni, per lui “La Baracchina” più che un lavoro fondamentale era una grande passione che serviva anche a mantenere le pubbliche relazioni con una clientela affezionatissima.

Purtroppo il Padre di Alessio muore quando lui aveva 12 anni, e per qualche anno “La Baracchina” avrà varie vicissitudini fino al 1995, anno in cui Alessio Panicucci, compiuti i 18 anni, per iniziando l’Università alla Facoltà di Giurisprudenza, decise di farsi avanti e prendere in prima persona la conduzione del Locale.

Seguirono anni di grande impegno, superati con dedizione, passione e voglia di migliorare. Frutto di tutto ciò è stato il rinnovamento completo della struttura del Locale e non solo. Infatti grazie anche agli interventi fatti durante i periodi invernali negli anni 2015, 16 e 17, “La Baracchina” ha raggiunto l’accogliente e piacevole aspetto definitivo che ha oggi.

La location

Il Ristorante, Bar, Solarium “La Baracchina”, come già accennato, è adagiato sugli scogli ed è cullato dalle onde del mare. Bella, luminosa e accogliente la Sala, completamente vetrata su tre lati da cui si può godere, con ogni tempo, della magnifica vista della Costa e del Mare.

Sul tetto del Locale la Terrazza, da cui con la bella stagione, si viene accarezzati dalla brezza marina stando comodamente sdraiati sui lettini. Una grande piattaforma creata su altri scogli, vicino al Ristorante, collegata da una romantica passerella, chiude un quadro logistico/ubicativo certamente di grande pregio.

Dal 2005 lo Chef del Ristorante “La Baracchina” è Andrea Di Liberto, soprannominato dagli amici “Mastro” grazie alla sua capacità di fare praticamente ogni cosa.

Andrea è nato in Sicilia, il 17 Dicembre 1976, nell’antichissimo Comune di Niscemi, in Provincia di Caltanissetta. Le sua Mamma Gaetana è molto brava in Cucina, e fin da piccolo si è abituato ai buoni e sinceri sapori di una terra Siciliana a dir poco straordinaria.

Nel 1987 la sua Famiglia si è trasferita in Toscana, una Regione con maggiori possibilità lavorative, il suo Babbo ha una Ditta Edile. Per un breve periodo hanno abitato in varie zone mai poi scelgono come meta definitiva Rosignano Solvay, un’altra Frazione nel Comune di Rosignano Marittimo confinante con Castiglioncello.

Qui Andrea ha frequentato le Scuole dell’Obbligo, dove ha conosciuto ed è diventato amico di Alessio Panicucci; poi, fin da ragazzo, ha iniziato a lavorare in estate come bagnino e in inverno con l’Azienda di Famiglia insieme ai fratelli.

Nel 1999, con un amico, ha deciso di andare in Inghilterra, l’unico lavoro che la era abbastanza facile trovare era nelle Cucine dei Ristoranti Italiani, cosi un po’ per curiosità e un po’ per necessità si è adattato, iniziando la sua carriera di Cuoco.

Negli anni successivi è tornato in Italia e poi nuovamente all’Estero, dal 2001 ha lavorato nelle Cucine di un noto Ristorante a Saragozza in Spagna. Nel 2003 è tornato in Italia, due anni dopo ha accettato l’invito del suo amico d’infanzia, Alessio, di diventare lo Chef del Ristorante “La Baracchina”.

Ma torniamo alla mia visita al Locale, in una super suggestiva giornata di mare in burrasca.

Il Menu è ovviamente di Mare con un’ampia scelta

La Carta dei Vini è interessante e assortita.

Eccoci giunti alla degustazione fatta che è stata accompagnata da una buona bollicina Italiana:

– “Monsupello Nature”, Spumante Brut Nature Metodo Classico, Vino Spumante di Qualità (VSQ) Pas Dosé, 90% Pinot Nero e 10% Chardonnay, 13% Vol., prodotto dall’ Azienda Agricola Monsupello.

In tavola del buon Pane, assortito e di qualità.

Sono state servite le seguenti portate:

Ristorante La Baracchina, Castiglioncello (LI). Capesante. Foto di Giorgio Dracopulos

– “Benvenuto” – Crema di Zucca Mantovana con alici di lampara di Porto Santo Spirito (le alici catturate, di notte nel più assoluto silenzio, con l’antica tecnica della lampara sono più buone), e Capperi di Pantelleria;

– Carpaccio di gamberi rossi Pistacchi di Bronte, arancia e menta;

– Due capesante con fegato d’anatra, una con caviale e l’altra con gambero rosso, su crema di mela e polvere di pistacchi;

– Crema di fagioli solfini con calamaretti al limone;

– Spaghetti, del “Pastificio Agricolo Mancini”, al profumo di mare sgusciato (cozze, calamari e calamaretti);

Ristorante La Baracchina, Castiglioncello (LI). Spaghetti al Profumo di Mare. Foto di Giorgio Dracopulos

– Fritto di mare con carciofi;

– Cheesecake al frutto della passione;

– Piccola pasticceria della Casa.

La Cucina dello Chef Andrea Di Liberto è “pulita” fatta con materie prime di qualità, molta l’attenzione nelle cotture e nelle presentazioni.

Il servizio di Sala, diretto da Alessio, come anche tutto il resto, è attento alle esigenze della clientela mantenendo sempre un’atmosfera premurosa e familiare.

Al Ristorante, Bar, Solarium “La Baracchina” di Castiglioncello (LI) tutto l’anno si può apprezzare la passione di Alessio Panicucci, come è sempre stato anche per la sua Famiglia, per la buona cucina, godendo dell’incomparabile e fascinoso spumeggiare delle onde del Mare sugli scogli.

Giorgio Dracopulos

https://www.labaracchina.net/

https://www.youtube.com/watch?v=kZ0ynlKX6Ig