Home Gastroviaggiando Nunzia, la regina delle orecchiette, a Firenze

Nunzia, la regina delle orecchiette, a Firenze

0
59
Nunzia Caputo e le orecchiette pugliesi

Pasta fresca, al “Grande Nuti” arriva Nunzia, la “nonna” più trendy del web.

Dal 24 al 26 Maggio il Ristorante/Trattoria in San Lorenzo di Firenze ospiterà infatti la signora Nunzia, regina della pasta fresca sui social, e le sue famose orecchiette pugliesi.

Nunzia Caputo e le orecchiette pugliesi

La signora Nunzia Caputo, “regina” delle orecchiette baresi, dopo aver portato il formato di pasta più conosciuto della gastronomia pugliese in giro per il mondo, da Dubai agli Usa, debutta nel capoluogo toscano per tre giorni, celebrando al Ristorante/Trattoria “Il Grande Nuti”, nel quartiere di San Lorenzo a Firenze, un tributo popolare all’italianità e alla pasta fresca fatta in casa, autentica icona della cucina nostrana ad ogni latitudine.

L’appuntamento è da Venerdì 24 a Domenica 26 Maggio 2024, quando sulle vetrine del locale del centro storico – ormai da tempo mèta di turisti che ogni giorno si fermano ad ammirare estasiati il rito della stesura della pasta fresca – arriverà la signora Nunzia, nota sui social come la regina delle pastaie del borgo antico di Bari.

Oltre ad essere una delle storiche preparatrici delle orecchiette, infatti, Nunzia è stata la prima a portare questo formato di pasta sul web: ancora oggi la sua casa in via Arco basso, conosciuta anche come la “via delle Orecchiette”, è tappa obbligata per migliaia di turisti e appassionati che vanno a trovarla per vederla all’opera, fare un video o scattarsi una foto con lei.

Per tre giorni, la pasta fresca della signora Nunzia sarà protagoniste del menù de “Il Grande Nuti” in Borgo San Lorenzo, creando un’inedita liaison di gusto tra la pasta tipica pugliese e i condimenti più rappresentativi della cucina toscana.

Non solo: dalle vetrine del locale, per tutto il weekend di fine maggio Nunzia interagirà con i clienti facendo provare loro la produzione delle orecchiette.

Terminato l’evento le vetrine del ristorante – che proprio l’anno scorso ha compiuto 70 anni di attività, impreziositi da partecipazioni a rievocazioni storiche, dal calcio in costume alla rificolona – resteranno a disposizione di aziende, consorzi, associazioni o enti che hanno voglia di mettere in mostra l’artigianalità manuale legata alla pasta fresca.

Dopo aver servito nei decenni personaggi del calibro dello stilista Emilio Schuberth o del ciclista Gino Bartali, adesso “Il Grande Nuti” può annoverare un’altra “celebrity pop” contemporanea.

A cura di Marco Gemelli

https://www.ristorantenuti.com/