Home Degustazioni Podere Pellicciano-Agrisole, molto più che una semplice degustazione

Podere Pellicciano-Agrisole, molto più che una semplice degustazione

0
7
Insieme ai Caputo

Sono arrivato al Podere Pellicciano, azienda Agrisole, dietro una segnalazione di un amico: “Vai a visitare Podere Pellicciano, non te ne pentirai”.

A dire il vero avevo avuto un “primo approccio” con questa azienda durante la presentazione Vignaioli San Miniato all’interno della Doc Terre di Pisa nel mese di giugno 2018.

Ad accogliermi Fabio Caputo, comunicazione e accoglienza,  insieme alla madre Concetta, vera anima del Podere Pellicciano e dopo pochi minuti anche dall’altro figlio Federico addetto alla produzione ovvero “dalla vigna alla cantina fino alla bottiglia”.

“La nostra storia nasce nel 2003 dopo la scelta di dare sfogo alla nostra passione: trovare un piccolo podere dove produrre vino”. È iniziata così la visita a Podere Pellicciano. Il primo approccio con mamma Concetta.

Veduta dei vigneti

Agrisole, nome di fantasia. Ma ben presto abbiamo accostato, collegato lo storico nome del Podere, nome già presente nel catasto Leopoldino del 1830: Podere Pellicciano”.

Mamma Concetta ha spiegato subito quella che poteva essere una domanda logica sul doppio nome.

“Fin da subito il lavoro ci ha legato in maniera indelebile al territorio, sviluppando un progetto ambizioso improntato sull’utilizzo e la valorizzazione dei soli vitigni autoctoni toscani”. Sì perché sia nella visita dei vigneti che al momento degli assaggi ho visto e riscontrato solo vitigni autoctoni toscani.

I vitigni

Trebbiano, Vermentino, Malvasia Bianca, Grechetto, San Colombano a bacca bianca, Sangiovese, Colorino, Canaiolo, Malvasia Nera a bacca nera.

Il territorio

Podere Pellicciano è parte integrante del patrimonio storico-ambientale di San Miniato. I suoi terreni argillosi ricchi di minerali fossili e le importanti escursioni termiche che lo caratterizzano lo rendono un terroir unico, vocato alla viticoltura, ideale alla realizzazione di vini eleganti e di buona qualità”.

Il rilievo di tufo

Federico, in versione agronomo, ha spiegato il territorio mentre insieme a Fabio e mamma Concetta calpestavamo le vigne.

Le colline sulle quali si sviluppano i vigneti di Agrisole sono esposte a sud e sud-ovest e sono caratterizzate da un suolo molto disomogeneo e profondo

Il terroir

“Il terroir rappresenta un elemento molto importante per un vino. Connotati ben definiti, non solo semplice composizione chimica del terreno, temperature medie durante l’anno, umidità del luogo, escursioni termiche tra la notte e il giorno soprattutto durante l’estate in fase di maturazione. Dettagli che differenziano una zona da un’altra”.

Federico nel raccontare mi ha fatto notare le distanze tra un filare e l’altro e l’utilizzo della pratica del sovescio.

“Vede quell’altura a Nord che si staglia sopra le vigne? È composta da tufo e sulla sommità è nascosta una piccola vigna, un cru”.

I tonneaux

Dettagli che costituiscono il terroir, ciò che dona carattere a un vino e ne racconta la sua storia.

Gli assaggi

Alla fine gli assaggi sono stati 9 (nove). Riporto la descrizione di quattro segnalando i rimanenti cinque indicando la sola valutazione.

Mafefa Rosso 2015.  Sangiovese 70 %, Malvasia nera 20%, Colorino 10%.

Note aziendali: Tipologia del Terreno: Tendenzialmente argilloso con forte presenza di scheletro. Sistema di allevamento: Cordone speronato monolaterale. Vinificazione e affinamento: Le uve vengono vinificate in vasche di cemento senza l’uso di lieviti selezionati. Macerazione sulle bucce di circa 4 settimane a temperatura fra 24-25°C. Frequenti rimontaggi e bagnature delle bucce. La fermentazione Malolattica avviene in barrique. Affinamento per circa 12 mesi in barrique di rovere francese di secondo e terzo passaggio.

Le mie considerazioni. Rubino luminoso. Bouquet dagli aromi profondi su di una trama di speziati. Raffinato tannino e chiusura gustosa. Ottimo, voto 89/100

Malvasia Nera 2015.  Malvasia Nera 100%

Note aziendali:  Tipologia del Terreno: Tendenzialmente argilloso con forte presenza di scheletro. Vinificazione e affinamento: Le uve vengono vinificate in vasche di cemento senza l’uso di lieviti selezionati. Macerazione sulle bucce di circa 30 gg a temperatura fra 24-25°C durante le quali vengono effettuati frequenti bagnature delle bucce. La fermentazione Malolattica avviene in barrique. Affinamento per circa 12 mesi in barrique di rovere francese di secondo e terzo passaggio.

I vini in degustazione

Le mie considerazioni. Rubino con sfumature sull’unghia. Macchia mediterranea con accenti vegetali. Al palato rispondenza con l’olfatto e tannino elegante. Ottimo, voto 89/100

Sangiovese 2015.  Sangiovese 100%

Note aziendali: Tipologia del terreno: Tendenzialmente argilloso con forte presenza di scheletro. Vinificazione e affinamento: Le uve vengono vinificate in vasche di cemento senza l’uso di lieviti selezionati. Macerazione sulle bucce di circa 30 gg a temperatura fra 24-25°C durante le quali vengono effettuati frequenti bagnature delle bucce. La fermentazione Malolattica avviene in barrique. Affinamento per circa 15 mesi in barrique di rovere francese di secondo e terzo passaggio.

Le mie considerazioni. Rubino luminoso. Classe ne ha da vendere. Naso che non lascia dubbio. Equilibrato nel rapporto acido, sapido, tannico e polialcoli. Lunga eco balsamica e speziata. Eccellente, voto 90/100

Trebbiano 2016. Trebbiano toscano 100%

Note aziendali:  Tipologia del Terreno: Medio impasto tendenzialmente argilloso. Vinificazione e affinamento: Vinificazione in acciaio a temperatura controllata con macerazione sulle bucce di circa 100 giorni. Successivo affinamento in contenitori di cemento vetrificato.

Le mie considerazioni: Vino intrigante, particolare. Un bianco diverso, fuori concorso. Da podio per gli amanti di questi vini. Aggraziato, elegante giocato sulla finezza. Ottimo, voto 89/100

Inoltre:

Mafefa Rosato 2018. Buono, voto 86/100

Mafefa Bianco 2018. Buono, voto 87/100

Sanminiatello 2017. Ottimo, voto 88/100

Colorino 2015. Ottimo, voto 88/100

Griso Vinsanto 2010. Eccellente, voto 90/100

“I vini che produciamo sono  armoniose narrazioni della vita di una zona dedita alla viticoltura da secoli”. Parola di mamma Concetta. Chapeau!

Urano Cupisti

 Assaggi effettuati il 15 gennaio 2019

 

Podere Pellicciano – Agrisole

Via Serra, 64

San Miniato (Pi)

Tel  0571 409825

 info@agri-sole.it

 www.agri-sole.it