Home Degustazioni Marzocco di Poppiano, un Chianti diverso

Marzocco di Poppiano, un Chianti diverso

0
14
Marzocco di Poppiano. I vini assaggiati

Ultimo appuntamento previsto al banco aziendale nei Magazzini del Sale, Palazzo Comunale di Siena. Di lì a poco la Manifestazione Sangiovese Purosangue del 2-3 novembre 2019 avrebbe chiuso i battenti.

“Sono Maurizio Mazzantini e questa è l’Azienda Agricola Marzocco di Poppiano”. Presentazione più semplice di così…

“Quando parliamo di Sangiovese facciamo riferimento alla tradizione, alla storia, al territorio, alla passione”.

Tradizione

“Siamo un’azienda che si basa sulla tutela del territorio e delle piante, per esprimere nella maniera ottimale, i principi, i sapori che solo la natura sa offrire; ci riserviamo però, al fine di salvaguardare il prodotto, di fare interventi importanti anche durante la produzione e la finalizzazione non dimenticando la tradizione del luogo”. Aggiungo: in particolare nella produzione di vini che rispecchino l’anima del territorio.

Marzocco di Poppiano. Magazzini del Sale

Storia

“I miei genitori, Alberto Chini e Meri Lori, acquistarono l’azienda dalla famiglia Guicciardini nel 1975 – aggiunse la Sig.ra Roberta unitasi alla presentazione aziendale –decidendo di nominare l’azienda con associargli il nome del podere: il podere Marzocco. Da quel momento collegare azienda a famiglia, è stato il risultato del binomio che portiamo ancora avanti difendendolo dalle “insidie” di inevitabili mutamenti”.

Storia relativamente giovane visto che coinvolge due generazioni ma, dal racconto di Roberta e Maurizio, in particolare negli ultimi anni, la progettualità non si è allentata, sopita. Anzi; i risultato dei lavori in corso raccontati nei minimi particolari dimostrano una vivacità di pianificazione del futuro molto attiva.

Territorio

“L’Azienda Agricola Marzocco si trova nel territorio del Chianti Colli Fiorentini, a Montespertoli, più precisamente sulla collina di Poppiano (300 mt), uno splendido insediamento medievale su cui troneggia il castello. Siamo posti sul versante opposto ad esso, ovvero sul crinale della collina che guarda San Casciano in Val di Pesa con terreni ricchi di sasso, più toscanamente parlando, di pillolo e di galestro”.

Si tratta di una realtà con una estenzione di ben 70 ettari di cui 35 vitati e 8 dedicati alle circa 2.000 piante di olivi. Nei 35 ettari vitati dimorano: quattro cloni di Sangiovese, viti di oltre sessant’anni di Canaiolo, Trebbiano Toscano, Malvasia lunga del Chianti e gli internazionali Cabernet Sauvignon e Merlot.

Passione

Tanta, veramente tanta che scaturisce dai racconti di Maurizio e Roberta. Non tanto nella produzione attuale quanto nella progettualità che riguarda il futuro prossimo: portare a compimento il proponimento di produrre un bianco all’ombra del Castello di Poppiano.

“A breve, entreranno in produzione dei nuovi impianti dove sono presenti anche Vermentino e Viognier, per unire alla nostra gamma anche un ‘grande vino bianco’”.

Gli Assaggi

– Pretale I.G.T Toscana Uvaggio: Sangiovese (70%) – Canaiolo (15%) – Cabernet Sauvignon (15%) 

Note aziendali: le uve selezionate vengono vinificate separatamente in piccoli serbatoi di acciaio inox ad una temperatura controllata di circa 22ºC. La macerazione ha una durata media di 25 giorni durante i quali vengono effettuati rimontaggi quotidiani e delestage mirati ad una maggiore estrazione.

Maturazione e Affinamento: a fine fermentazione malolattica il vino viene fatto maturare separatamente in botti di rovere francese da 30 hl e barriques per 18 mesi: di cui 50% nelle botti grandi (Sangiovese) e 50% barriques (Sangiovese, Canaiolo e Cabernet Sauvignon). Segue assemblaggio in vasche di cemento per 3 mesi. Affinamento in bottiglia per almeno 6 mesi.

Le mie considerazioni:  profumi avvolgenti, complessità olfattiva impreziosita da componenti speziate, nel gusto moli ricordi olfattivi. Vino aggraziato e gentile. Ottimo, voto 89/100

– Chianti Colli Fiorentini D.O.C.G Uvaggio: Sangiovese (90%) – Canaiolo (10%)

Note aziendali: le uve selezionate vengono vinificate in serbatoi di acciaio inox ad una temperatura controllata di circa 25ºC. La macerazione ha una durata media di 15 giorni durante i quali vengono effettuati rimontaggi quotidiani e delestage mirati ad una maggiore estrazione.

Marzocco di Poppiano. Barriccaia

Maturazione e Affinamento: a fine fermentazione malolattica viene fatto riposare sulle fecce in vasche di cemento per 12 mesi. Affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi.

Le mie considerazioni: Incarna l’anima di questa specifica zona del Chianti. Fruttato; questa caratteristica lo porta ad essere un vino avvolto in una sensazione di gradevolezza. Ottimo, voto 88/100

– Chianti Riserva D.O.C.G Uvaggio: Sangiovese (90%), Cabernet Sauvignon (10%)

Note aziendali: le uve selezionate vengono vinificate separatamente in piccoli serbatoi di cemento ad una temperatura controllata di 22º C. La macerazione ha una durata media di 25 giorni durante i quali vengono effettuati rimontaggi quotidiani e follature manuali.

Maturazione e Affinamento: a fine fermentazione malolattica il vino viene fatto maturare separatamente in botti di rovere francese da 30 hl e barriques per 18 mesi: di cui 70% nelle botti grandi (Sangiovese) e 30% barriques (Sangiovese e Cabernet Sauvignon). Segue assemblaggio in vasche di cemento per 3 mesi. Affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi

Le mie considerazioni: Vino dal carattere generoso con trama dei tannini più serrata. Non un difetto ma da intendere come spinta verso una complessità aromatica veramente godibile. Eccellente, voto 90/100

“Lavoriamo per la difesa di un’identità, di un territorio che è un angolo magico dove storia, ricerca e innovazione si uniscono in una poesia alchemica che si ritrova nei nostri vini”. Chapeau! 

Urano Cupisti

Assaggi effettuati il 3 novembre 2019

 

Azienda Marzocco di Poppiano

Via Fezzana 36/38

Montespertoli (Fi)

Tel: 055 5535259

azienda@marzoccopoppiano.it

www.marzoccopoppiano.it