Effetto pandemia. Gli assaggi arrivano a domicilio. Secondo Marco

0
2

Degustazioni a casa ovvero parafrasando un noto proverbio: ”Se una cosa deve accadere, allora accadrà, anche a costo di stravolgere l’ordine naturale delle cose”. Niente di più creativo.

Anteprime: Valpolicella Ripasso 2016 e Amarone della Valpolicella 2013.

Con Marco Speri si è instaurata una amicizia basata sulla reciproca stima.

La sua storia mi colpì da subito quando alcuni anni fa decisi di andare a calpestare le sue vigne e vinovagare nella sua cantina. Notai da subito la passione di chi vuole farti capire come s’interpretano i vini nella fase di crescita, assaggiando i vari step di produzione fino all’imbottigliamento. E lui sa quanto ami le anteprime e il fascino che esprimono.

Gli auguri di Marco Speri

Ed ecco, in tempo di pandemia, arrivare a casa due bottiglie per condividere il lavoro fatto e la qualità dei prodotti.

Si fosse limitato a questo!

Dato che l’invio è coinciso con le festività natalizie il tutto è stato accompagnato da una breve lettera di auguri che recitava così: “Carissimo Urano, metti che quest’anno vuoi assolutamente festeggiare il Natale a casa… metti che ti capita in mano, per caso, un’anteprima Secondo Marco… metti che… Auguri”.

Come dire ti mando due “chicche uniche”. Il personaggio!

La solita cartolina natalizia con abeti costellati da palline e luci colorate e/o stelle comete? No.

Un bambino seduto sulle barriques a simboleggiare le “anteprime”, il vino neonato, le rarità. Chapeau!

È nato un bambino

“Fare il vino mi piace perché nel vino ci sono tutte le componenti della vita. C’è la fatica ma anche la bellezza del lavoro in campagna, c’è la creatività e la soddisfazione di fare quello che vuoi, c’è l’emozione dell’attesa e la speranza che il tempo ti sia favorevole.

Ci sono momenti complicati e altri a dir poco esaltanti. E poi c’è il gusto e il piacere di berlo insieme, la convivialità. Mi piace anche perché devi per forza seguire la natura e capisci che il ritmo delle stagioni è anche il tuo”.

“Tanto tempo, tanta passione, altrettanta pazienza. Il lavoro in cantina è una sfida: custodire il carattere dell’uva e farlo sbocciare. Come tutto ciò che è vivo, il vino è il frutto di una costante evoluzione e la maestria del lavoro è la capacità di orientare questa trasformazione verso l’idea di qualità che abbiamo in mente e che lentamente prende corpo.

Natura e ideali, terra e creatività, la cantina è tutto questo e ancora molto altro, esperienza, confronto e discussioni. La tradizione ci aiuta, così come l’innovazione tecnologica ma la cosa più importante è l’intuizione e la capacità di tramutare il tempo che passa in un sapore originale e ogni anno diverso”. La filosofia di Marco Speri, il vino Secondo Marco.

Gli assaggi a domicilio

Valpolicella Ripasso 2016 “Anteprima”. Testardaggine e pazienza, tenacia, soprattutto umiltà. Sono le qualità che si imparano lavorando in campagna, quelle che servono per creare qualcosa di unico e semplice ma straordinario come la natura.

Nome: Valpolicella Doc Classico Superiore Ripasso. Titolo Alcoolometrico Volumico: 14%. Uvaggio: Corvina 60%, Corvinone 25%, Rondinella 10%, Altre uve autoctone (Oseleta, Croatina, Pipiona) 5%. Origine: Fumane di Valpolicella. Resa: 80 Q.Li/Ha. Sistema di allevamento: Pergoletta. Fermentazione: 2 settimane di macerazione sulle bucce a settembre; ripasso sulle bucce di Amarone con macerazione per 10 giorni. Invecchiamento: 12 mesi in botti da 50 Hl; 6 mesi in botti da 7 Hl. Affinamento: 6 mesi in bottiglia.

Le mie considerazioni. L’asinello in etichetta devo dire mi ha un po’ condizionato. Rappresenta la testardaggine e la pazienza, sempre presente nella valutazione. Avessi scelto questa bottiglia per abbinare un piatto importante avrei commesso un infanticidio. Profumi splendidi che esltano la finezza floreale. I terziari arrivano impetuosi con abbondanti rintocchi nasali. Al palato all’inizio un po’ reticente ma poi si è reso capace di coniugare eleganza con la sapidità. Eccellente. Voto 92/100

Secondo Marco. I due assaggi

Amarone della Valpolicella 2013 “Anteprima”. Forza e personalità di una terra, è domato per molto tempo per maturare un’elegante energia. Ora capace di esprimersi con sapiente intensità e libero di donarti un momento originale.

Nome: AMARONE della VALPOLICELLA DOCG CLASSICO. Titolo Alcoolometrico Volumico: 16%. Uvaggio: Corvina 45%, Corvinone 45%, Rondinella 5%, e altre uve autoctone 5%. Origine: Fumane di Valpolicella. Resa: 80 Q.Li/Ha. Sistema di allevamento: Pergoletta. Vendemmia: A mano (selezione dei migliori grappoli) sucessivo appassimento circa 120 giorni. Fermentazione: 45 giorni con macerazione sulle bucce. Invecchiamento: 3 anni e 6 mesi in botti da 50 hl. Affinamento: 12 mesi in bottiglia.

Le mie considerazioni. Ho dovuto penare un po’ per poter valutare l’olfatto all’inizio un po’ reticente. Sapevo che sarebbe servita molta pazienza. Ben caldo si è sciolto come la neve al sole ed è emersa la seduttività floreale e fruttata. Il suo punto di forza? La finezza aromatica convincente. Eccellente, voto 94/100

Il vino Secondo Marco: niente di più. Chapeau!

Urano Cupisti

Assaggi effettuati il 18 gennaio 2021

Secondo Marco
Via Campolongo, 9
Fumane VR
Tel:: 045 6800954

info@secondomarco.it

www.secondomarco.it