Borgo La Gallinaccia: l’arroganza di fare spumanti buoni

0
2

Nel mio vinovagare al recente Merano Wine Festival mi sono trovato catapultato nelle stanze dedicate a bio&dynamica, mosso sempre dalla curiosità della ricerca di “vini buoni”.

Sapendo che Helmuth Köcher mai darebbe spazio ad aziende insignificanti, banali, sono entrato nel Kurhaus sicuro della mission.

Il biologico e il bio-dinamico, così come viene comunicato oggi,  francamente non è nelle mie “corde”. L’indagine e la ricerca del buono, sì.

Devo dire che il primo approccio non è stato dei migliori. Sentir parlare di agricoltura biologica, fasi lunari, corni letame ancor prima di assaggiare i vini non ha aiutato il mio screening.

Mi sono chiesto: “È possibile assaggiare dei vini, in questo luogo,  alla ricerca dell’eccellenza?”.

La risposta: Borgo La Gallinaccia, Franciacorta

Borgo La Gallinaccia ha l’arroganza di fare il vino senza seguire le mode del momento”. Mi son detto di fronte a questa affermazione: “Ci siamo, questi hanno le idee chiare, sicuramente producono vini eccellenti”.

È iniziata subito una conversazione interessante dove il riferimento d’appartenenza al biologico è stato ricordato solo alla fine. Il racconto:

Un po’ di storia

L’azienda è nata nel 2000, una piccolissima realtà nel panorama della Franciacorta. Vengono prodotte circa 20.000 bottiglie e sono dei veri e propri artigiani del vino.

All’interno della proprietà si trova uno dei rari esempi franciacortini di cascina seicentesca fortificata, immersa in 2.5 ettari di vigneti 4 di bosco.

La nostra cantina

“La nostra cantina, totalmente interrata e quindi perfettamente integrata nel panorama del Parco Naturale delle Colline di Brescia, garantisce naturalmente il mantenimento costante della corretta temperatura e del giusto indice di umidità. Siamo così in grado di utilizzare meno energia elettrica per il raffreddamento”.

La vinificazione

“Dopo la pressatura soffice, il vino viene raccolto in serbatoi in acciaio inox a temperatura controllata dove inizia il processo di elaborazione delle nostre basi spumante.

Borgo La Gallinaccia. La cantina

Per vini particolari, come Riserva e Satèn, utilizziamo anche barriques di secondo e terzo passaggio nelle quali lasciamo piccole parti di mosto che verrà poi assemblato prima del tiraggio: quest’ultima fase avviene normalmente tra Febbraio e Marzo dell’anno successivo alla vendemmia.

Per la fermentazione del vino rosso invece (Sebino Rosso Igt “Colmo dei Colmi”), la cantina dispone di un particolare fermentino orizzontale dove il mosto resta a contatto con le bucce per circa 15/20 giorni per poi passare in barriques di rovere francese”.

La maturazione

“Durante la maturazione sui lieviti, le bottiglie rimangono in cantina per un minimo di 48/50 mesi: una scelta obbligata vista la complessità dei mosti che otteniamo dalle nostre uve che nascono su suoli ricchi di argilla e di ferro.

Borgo La Gallinaccia. I vigneti

La maturazione del rosso avviene invece in barrique di rovere francese dove la lieve tostatura e la grana donano ai nostri vini complessità, rotondità e una perfetta armonia tra i vari profumi e sentori. Solo un lungo affinamento permette ai nostri vini di esprimersi al massimo livello”.

Del biologico e/o bio-dinamico non se ne è parlato (qualche accenno a usare solo prodotti naturali in vigna) anche per mancanza di sollecitazione al riguardo da parte mia.

Gli assaggi

Franciacorta Giacheseili 2009  Chardonnay 100% Extra-Brut, 88 mesi sui lieviti. Impresso a questo spumante uno stile particolare, spiccato ed in linea con la filosofia aziendale. L’ambizione di dare nuova identità al Franciacorta. Spumante di indubbia personalità. Eccellente, voto 90/100

Franciacorta Brut Satèn 2013  Chardonnay 100%. 48 mesi sui lieviti. Naso moderatamente espressivo (del resto è un satèn), Solare al palato pìù seduttore che seducente. Ottimo, voto 89/100

Altri spumanti che hanno confermato le valutazioni tra gli ottimi ed eccellenti.

Negli spumanti Borgo La Gallinaccia non mancano la finezza  né la purezza. Nessuna ricerca di carattere esuberante. Semmai la discrezione che aiuta negli assaggi. Chapeau!

Urano Cupisti

Assaggi effettuati il 9 novembre 2018

 

Borgo La Gallinaccia

Via IV Novembre 15

Rodengo Saiano Brescia

info@borgolagallinaccia.it

www.borgolagallinaccia.it