Chinese Blog

Iscriviti alla Newsletter

Scegli Pr-Vino per la tua consulenza nel settore VINO!

 
Tu sei qui: Home Notizie Cambio ai vertici di ASET

Cambio ai vertici di ASET

Presidente dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare che riunisce oltre 30 professionisti della stampa nazionale ed internazionale residenti in Toscana sarà Roberta Perna

Dopo l'elezione dello scorso gennaio è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo, che avrà il compito di dettare le linee guida delle varie iniziative ideate e promosse in questi anni dell'associazione, in maniera autonoma o in collaborazione con importanti soggetti privati ed istituzionali operanti sul territorio

Grande novità al vertice con la prima presidenza “in rosa” affidata a Roberta Perna da oltre dieci anni attiva nel settore del food and wine come giornalista, con collaborazioni con diverse testate nazionali, come addetta stampa e come organizzatrice di eventi legati all'agroalimentare.

Nuovo segretario il fiorentino Marco Gemelli, già interno al precedente direttivo, altro collaboratore di lunga data di importanti riviste nazionali. Nel ruolo di Tesoriere troviamo invece il senese Walter Peruzzi, articolista vinicolo per varie testate di settore. Completano il Consiglio Paolo Pellegrini, esperto enogastronomo e storica firma de La Nazione, e Selin Sanli, giornalista turca - fiorentina d'adozione - che da tempo racconta il nostro paese nelle vesti di corrispondente.

Una squadra rinnovata che, dando continuità al lavoro svolto dal precedente direttivo –  che accanto al presidente Stefano Tesi vedeva i giornalisti Patrizia Cantini, Paolo Valdastri e Marco Ghelfi, oltre al rieletto Marco Gemelli – intende rinforzare il ruolo di ASET sulla scena enogastronomica, toscana e non.

L'Aset è un organismo indipendente che si propone di scegliere selettivamente i propri associati e di offrire loro quanto un esercizio consapevole della professione oggi richiede: fungere da punto di riferimento, offrire servizi ed opportunità formative, creare occasioni di incontro e di reciproca conoscenza.

In questa direzione anche la volontà di porsi quale interlocutore professionale per chi come le istituzioni, gli enti, i consorzi, le organizzazioni, le manifestazioni, le fiere, i produttori, i pubblici amministratori, sia attivo nella complessa realtà del mondo enogastroagroalimentare.



archiviato sotto:
Strumenti personali