Chinese Blog

Iscriviti alla Newsletter

Scegli Pr-Vino per la tua consulenza nel settore VINO!

 
Tu sei qui: Home Notizie Bologna City of Food e City of Wine: Bologna città del buon mangiare e del buon bere

Bologna City of Food e City of Wine: Bologna città del buon mangiare e del buon bere

Sabato 30 settembre arriva la 26° Mostra Assaggio dei Vini Docg e Doc dei Colli Bolognesi assieme ai Produttori del Mercato Ritrovato
Bologna City of Food e City of Wine: Bologna città del buon mangiare e del buon bere

Il Gruppo Colli

Ivignaioli dei Colli Bolognesi arrivano in città con oltre settanta etichette DOC e DOCG per una giornata dedicata al vino e ai sapori del territorio. Torna sabato 30 settembre a partire dalle ore 17.30 in Piazzetta Pasolini e Piazzetta Magnani (Cinema Lumière, via Azzo Gardino, 65) l’ormai tradizionale Mostra Assaggio dei Vini DOC e DOCG dei Colli Bolognesi, la manifestazione promossa dal Consorzio Vini Colli Bolognesi, ente di tutela e valorizzazione delle eccellenze vinicole del territorio, assieme al Mercato Ritrovato di Bologna, che per l’occasione prolungherà fino alle 21:30 la sua consueta apertura del sabato mattina. Il pubblico potrà così abbinare le degustazioni di vino con i cibi di strada dei produttori del Mercato.

La Mostra Assaggio, organizzata con il patrocinio di Confcommercio Ascom Bologna, vedrà la partecipazione di oltre 20 cantine del territorio: Al di là del fiume, BonfiglioVini, Floriano Cinti, Casetta Belvedere, Corte d’Aibo, Erioli Vini, Fedrizzi Vini, Tenuta Folesano, Gaggioli Vini, Il Monticino, La Mancina, Lodi Corazza, Manaresi, Mastrosasso Torricella, Montevecchio Isolani, Nugareto, Podere Riosto, Orsi Vigneto San Vito, Tenuta La Riva, Tenuta Santa Croce, Tizzano, Fattorie Vallona. Aziende storiche o di recente nascita, situate nel territorio di produzione nel quale, secondo il disciplinare, sono coltivate le uve che danno vita al Colli Bolognesi Pignoletto DOCG: 640 ettari di terreno per una produzione che si colloca al vertice della piramide qualitativa.

E assieme al Pignoletto le varietà più caratteristiche del territorio, come il Bianco e il Rosso Bologna, la Barbera, il Cabernet Sauvignon, il Merlot: coltivazioni secolari nei territori collinari della provincia di Bologna, le cui testimonianze storiche risalgono ad epoca etrusca e romana.   Vini che negli ultimi dieci anni hanno compiuto un notevole salto di qualità, tanto da essere apprezzati in Italia e all’estero, oltre che essere eccellentemente recensiti dai principali media ed inclusi nelle guide enologiche più importanti.

Reduci da una vendemmia 2017 non semplice a causa dell’eccezionalità del clima (il calo della produzione si attesta attorno al 30% medio) il Consorzio, alla luce della delibera dell’Assemblea dei Soci di metà settembre, avanzerà, nelle prossime settimane, la richiesta alla Regione Emilia Romagna di un consistente abbassamento delle rese di produzione per la vendemmia 2017, indicativo di una minor quantitativo di prodotto che arriverà sul mercato. Un atto di serietà e trasparenza al consumatore che i produttori ritengono imprescindibile.

Continua la grande richiesta dall’estero, grazie anche all’accresciuto interesse del mercato per i vitigni autoctoni e poco conosciuti, che più di altri riflettono in maniera autentica l’identità e le peculiarità di un territorio. Grazie all’assegnazione del bando regionale per lo sviluppo di attività di promozione e informazione, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale Europeo 2014-2020, il Consorzio ha organizzato a partire dalla primavera 2017 un tour europeo per far scoprire l’eccellenza dei vini dei Colli: la prossima tappa è fissata per il 20 ottobre a Londra, presso il Club 67 Pall Mall, che nato nel 2015 si è affermato presto come il più  importante punto di ritrovo per i wine lovers di Oltremanica, dai buyers ai più importanti giornalisti di settore inglesi. Per l’occasione verrà allestito un grande evento di degustazione di oltre cento etichette di Pignoletto DOCG e DOC, assieme ad una masterclass dedicata agli addetti ai lavori che racconti storia e caratteristiche di un vino unico.

La DOCG Colli Bolognesi Pignoletto persiste nel trend di crescita degli ultimi anni – dice il Presidente del Consorzio Francesco Cavazza Isolani -  e anche le piccole realtà artigianali della zona cominciano ad affacciarsi all’estero, con un + 4% sul dato dell’anno precedente: un dato che è ancora modesto ma che indubbiamente rappresenta un buon auspicio per il futuro. Questo conferma la volontà di continuare a promuovere il nostro prodotto ed il nostro territorio in quei paesi che stanno rispondendo positivamente come Gran Bretagna, Germania e Stati Uniti”.

“È con grande piacere e inalterato spirito di collaborazione che il Mercato Ritrovato ospita anche quest'anno, nelle sue piazzette, la Mostra Assaggio del Consorzio Vini Colli Bolognesi – dice Marco Mazzanti, Presidente dell’associazione - La degustazione delle migliori produzioni vinicole del territorio e dei cibi di strada preparati dagli artigiani del Mercato, diventa il momento in cui è possibile toccare con mano, e col palato, in un ambiente conviviale, l'elevata qualità di un lato dell'offerta gastronomica regionale, nota in tutto il mondo per la sua autenticità e le sue eccellenze”.

“Siamo contenti di ospitare nella sede di Confcommercio Ascom Bologna la conferenza stampa di presentazione della Mostra Mercato dei vini DOCG e DOC dei Colli Bolognesi. Lo sviluppo e l’alta qualità della produzione enologica raggiunti, in questi ultimi anni, nel nostro Paese sono motivo di grande soddisfazione. La varietà e il pregio delle produzioni vinicole locali, spesso ottenute da piccole realtà imprenditoriali che hanno unito con passione e impegno competenze tecnologiche ed innovative a tradizioni storiche, possono essere apprezzate durante questa importante manifestazione. Auguriamo alla Mostra Assaggio, giunta alla sua 26esima edizione, ampio successo e tanta partecipazione da parte del pubblico e degli operatori del settore” illustra Giancarlo Tonelli Direttore Generale Confcommercio Ascom Bologna.

Una giornata tutta dedicata al vino, che inizia già al mattino: alle 12:30 infatti è in programma “Vi presentiamo i Colli Bolognesi”, un momento di incontro alla scoperta dei terreni, delle uve, dei processi di vinificazione del territorio, in compagnia dell’enologo Lorenzo Maini, dei produttori vinicoli Federico Orsi, Luigi Vezzalini e Giorgio Erioli, grandi esperti di antiche uve del bolognese, e del Direttore del Consorzio Vini Colli Bolognesi Giacomo Savorini.

Durante la serata poi le degustazioni dei vignaioli del Consorzio saranno accompagnate dal cibo di strada di 11 aziende del Mercato Ritrovato: l’Agriturismo Tizzano con i suoi assaggi di Vacca Bianca Modenese, Presidio Slow Food, la Mortadella Classica Presidio Slow Food di Artigianquality, la gelateria Stefino, Pescevia il pescato fresco sbarcato a Cattolica, gli hamburger bovini di Antonio Lei, i piatti vegetariani di Aldilà del Fiume, le birre di Zimella e White Dog, il Pollo Samoggia e la Pane-giri-ca del Forno di Calzolari con il toast del vignaiolo.

26° Mostra Assaggio Vini DOC e DOCG dei Colli Bolognesi
Un evento di Consorzio Vini Colli Bolognesi
In collaborazione con Mercato Ritrovato
Con il patrocinio di Confcommercio Ascom Bologna

Sabato 30 settembre, ore 17:30-21.30, presso Mercato Ritrovato, Piazzetta Pasolini e Piazzetta Magnani (via Azzo Gardino 65), Bologna
Ingresso gratuito

Modalità
5 degustazioni libere con calice personalizzato in omaggio: 10 €

Per informazioni
Segreteria Consorzio Vini Colli Bolognesi tel 051 6707752 | info@collibolognesi.it

Follow us on Facebook!

Pagina Consorzio Vini Colli Bolognesi
Pagina evento

archiviato sotto:
Strumenti personali