Chinese Blog

Iscriviti alla Newsletter

Scegli Pr-Vino per la tua consulenza nel settore VINO!

 
Tu sei qui: Home Gastroviaggiando Premurosa, raffinata ed elegante l’accoglienza al Ristorante Hotel Le Fontanelle a Prato

Premurosa, raffinata ed elegante l’accoglienza al Ristorante Hotel Le Fontanelle a Prato

L'ampio Menu offre una vasta scelta di piatti di Mare, ma non mancano la scelta di Terra e due Menu Degustazione
Premurosa, raffinata ed elegante l’accoglienza al Ristorante Hotel Le Fontanelle a Prato

Giorgio Dracopulos e lo Chef Valentino D'Aloisio. Foto di Giorgio Dracopulos

Prato è un grande Comune Toscano con più di 190.000 abitanti ed è anche il Capoluogo dell’omonima Provincia nata nel 1992. La sua storia ha origini lontanissime che risalgono addirittura agli Etruschi.

Il Centro Storico di Prato, racchiuso dalle mura, è ricco di monumenti e luoghi d’interesse come il Duomo, consacrato a Santo Stefano, del XII Secolo, la Basilica di S. Maria delle Carceri, vero capolavoro di Architettura Rinascimentale completata nel 1495, il Castello dell’Imperatore, il Palazzo Pretorio del Secolo XIII (oggi sede di un bellissimo Museo), il Palazzo Comunale e moltissime altre strutture religiose e non che fanno di questa Città una meta per gli amanti delle attrattive storico-artistiche.

Prato è sempre stata una Città molto ricca, grazie anche all’eccellenza della sua “produzione tessile” che da secoli è uno dei fondamenti della sua economia. A testimonianza di tale fatto c’è anche lo specifico “Museo del Tessuto”.

Fin dagli inizi degli anni Novanta la Città e stata, proprio per le sue peculiarità in campo tessile,  interessata da una forte immigrazione proveniente dalla Cina.

A Prato si possono trovare anche moltissime eccellenze Enogastronomiche.

Nel 1716, per esempio, il Duca di Firenze e Granduca di Toscana Cosimo III de’ Medici (1642 - 1723) regolamentò, con norme definite e precise, i limiti geografici e la conseguente denominazione di “Carmignano” (Comune della Provincia Pratese), della produzione e vendita dei Vini di tale area, facendo nascere in tal modo una vera e propria “D.O.C.”, la prima nel Mondo. Proprio nel 2016, con una serie di bellissime Manifestazioni, si è festeggiato una ricorrenza del tutto eccezionale: “I 300 Anni del Carmignano”.

A Prato famosi e super premiati, in Italia e nel Mondo, Pasticceri, realizzano le loro specialità come, tra moltissime altre, anche i “Biscotti di Prato”. E poi ci sono i Forni che, tra un’infinità di vari tipi di pane, producono la “Bozza Pratese”, un pane non salato che si abbina perfettamente alla “Mortadella di Prato”, ultimo dei Prodotti Tipici ad aver ottenuto il Marchio IGP.

A Prato in Località Le Fontanelle c’è un Ristorante/Hotel (prende il nome proprio dalla Località e da un vecchio Ristorante che molti anni fa, al tempo dell’austerity, nel 1973, era durato solo sei mesi) che è un esempio di quanta ottima gastronomia si può trovare in questa Città.

Il Ristorante/Hotel (4 Stelle) “Le Fontanelle” nasce nel 2000 dall’accurata ristrutturazione di un vecchio rustico risalente al 1700. Due piani immersi nel verde del Parco; al piano terra, la Reception, i Salotti, le Sale e la grande Cucina del Ristorante e al piano superiore 9 belle e accoglienti Camere. Non mancano spazi esterni, nel verde, per il Ristorante nella bella stagione, la grande Piscina e il Parcheggio Privato.

Il fabbricato “Le Fontanelle” è sorto ed esiste grazie alla volontà della Famiglia D’Aloisio ed è strategicamente ubicato in un contesto a dir poco eccezionale,  vicinissimo a “Le Pavoniere Golf & Country Club” e a 90 metri dal polmone verde di Prato il “Parco delle Cascine di Tavola”, complesso storico/monumentale e paesaggistico, di valore inestimabile, ex Villa Medicea.

Il 22 Dicembre 1960 nasce, in Abruzzo, nel piccolo (meno di 1000 abitanti) e antico Comune di Palmoli (Comunità Montana Medio Vastese) in Provincia di Chieti, Valentino D’Aloisio.

La sua Famiglia, pur avendo un’avviata attività di macelleria creata dai nonni, si occupa anche di organizzare rinfreschi alle feste e ai matrimoni; oggi questo tipo di lavoro si chiama “catering”.

Fin da ragazzino Valentino aiuta il suo Babbo Amedeo e suo Zio in questa attività che, col tempo, assume sempre più importanza portandoli anche fuori Regione.

Babbo Amedeo consiglia suo figlio Valentino, che ormai ha acquisito anche la passione per la ristorazione, d’intraprendere proprio la carriera in questo settore. Per questo motivo, raggiunta l’età adatta, Valentino frequenta e si diploma, tra il 1975 e il 1977, all’Istituto Professionale Statale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Filippo De Cecco” di Pescara.

Durante le stagioni estive Valentino ha iniziato ha lavorare in un importante Ristorante vicino al Porto di Pescara e qui si appassiona alle straordinarie possibilità culinarie di tutto ciò che proviene dal Mare.

Appena diplomatosi, Valentino, a soli 17 anni, si trasferisce a Prato, entrando in Cucina da “Tonio”, un altro storico Ristorante, aperto nel 1950, specializzato in Cucina di Mare.

Dopo alcuni anni Valentino D’Aloisio decide di dedicarsi a un Locale suo e così apre, nel 1984, un Circolo Ristorante/Pizzeria presso il Centro Sportivo di Iolo (Località di Prato). Ma le aspirazioni di Valentino sono ben altre e non si accontenta, vuole crescere, la sua aspirazione di fare una Cucina di livello deve trovare uno sbocco.

Nel 1985, Valentino, insieme ai suoi 4 fratelli, Giuseppe, Marco, Gianfranco e Carlo, iniziano la loro “avventura” sempre a Prato, in Via Traversa del Crocifisso (a pochi metri dall’attuale ubicazione), aprendo ex novo il Ristorante “Le Fontanelle”. Negli anni successivi arriveranno di rinforzo anche le mogli.

Il Ristorante ha subito successo per l’ottimo servizio e l’alta qualità della Cucina.

Come ho già detto nel 2000, dopo l’acquisto del terreno con l’antico rustico e la sua importante ristrutturazione, è sorto il nuovo edificio Hotel/Ristorante che per alcuni anni, fino al 2010 è stato gestito in contemporanea. Da una parte il Ristorante “Le Fontanelle”, dall’altra l’Hotel “Le Fontanelle” con il Ristorante “Valentino”.

Nel 2011 siamo giunti alla situazione che ritroviamo ai nostri giorni: lasciati i vecchi Locali in affitto il Ristorante “Le Fontanelle” si è trasferito armi e bagagli all’Hotel. Il nome “Valentino” è stato definitivamente abbandonato. In questa fase di transizione due fratelli di Valentino, Gianfranco e Carlo, con le loro Famiglie, sono tornati nel loro Paese d’origine, a Palmoli in Abruzzo, dove hanno aperto l’accogliente “Agriturismo Montefreddo”.

Il Ristorante/Hotel “Le Fontanelle” è estremamente ben curato in ogni più piccolo particolare.

La gentilissima e sorridente signora Malinconi Catia, moglie di Valentino, assistita dalla bellissima figlia Raissa (ha il portamento di una modella) accolgono gli ospiti mettendoli subito a proprio agio.

Il Servizio di Sala è guidato, con esperienza e professionalità, dai due fratelli di Valentino, Giuseppe Sommelier F.I.S.A.R. e Marco Sommelier A.I.S., la loro Brigata è estremamente efficiente.

L’arredamento e la mise en place sono lodevoli.

La Carta dei Vini è molto importante, selezionata, ricca di Etichette Italiane ed Estere, in vari formati e annate, tanto da soddisfare anche i palati più esigenti. La Cantina, interrata, ha il suo indiscutibile fascino.

Il Menu è ampio, offre una vasta scelta di piatti, in gran parte di Mare, ma non manca la scelta di Terra. Ci sono anche due “Menu Degustazione” consigliati a prezzi diversi: “La Prua” e “Il Timone”.

Come si evince dalla vetrina di pesce freschissimo, posta in Sala davanti alla grande Cucina del Ristorante, lo Chef Valentino D’Aloisio rimane profondamente legato alla sua passione per il Mare. Il pesce arriva quotidianamente da Viareggio (LU) pescato da 4 barche locali,  dal fornitissimo Mercato di Livorno e per certe tipologie anche dall’Adriatico.

Ma la cura che Valentino mette nelle sue preparazioni si denota anche da tutti quei piccoli particolari che fanno un grande Chef come l’uso dei prodotti provenienti dal suo personale “orto biologico” ubicato a 90 metri dal già citato polmone verde di Prato: il “Parco delle Cascine di Tavola”.

Ma veniamo alla degustazione fatta che è stata accompagnata da una buona bollicina Italiana:

- “Comarì del Salem 2007”, Franciacorta Extra Brut Millesimato, un Blend di Chardonnay e Pinot Bianco, 13,5% Vol., Degorgiato Aprile 2012, prodotto dall’Azienda “Uberti”, Viticoltori, a Erbusco (Brescia), dal 1793.

In tavola l’ottimo Pane della Casa, assortito nelle varie forme e sapori, e l’Olio Extra Vergine di Oliva “Laudemio 2016” della Tenuta Cantagallo di “Pierazzuoli”.

Sono state servite le seguenti portate:

- Ostriche;

- Crudité;

- Tagliolini fatti in casa con Calamaretti, Gamberetti e Broccoletti;

- Rombo chiodato (magnifico 4,5 kg.) al forno;

- Piccola Pasticceria della Casa.

Le preparazioni del bravo Chef Valentino D’Aloisio sono l’espressione di tutta la passione e l’attenzione che mette nel suo lavoro.

Al Ristorante/Hotel “Le Fontanelle” di Prato ho trovato un’ottima Cucina, rigorosamente espressa e genuina, oltre a una premurosa, raffinata ed elegante accoglienza.

Un particolare e affettuoso ringraziamento, oltre a tutta la Famiglia D’Aloisio (Valentino, Catia, Raissa, Giuseppe, Marco), al mio carissimo amico il Giornalista Pratese Luca Managlia.

Giorgio Dracopulos

http://www.lefontanellehotel.it/

 

Nelle foto, dall'alto:

Vista di una Saletta

Giorgio Dracopulos al Ristorante Le Fontanelle a Prato. Foto di Gruppo. Foto di Luca Managlia

Tagliolini ai Calamaretti, Gamberetti e Broccoletti

archiviato sotto:
Strumenti personali